Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for settembre 2012

Philip Sajet

Annotatevi che il 15 settembre a Gand, Villa de Bondt si apre la mostra Éclipse dedicata a Philip Sajet (fino al 27 ottobre).

Ralph Bakker

Idem come date di apertura e chiusura ad Amsterdam alla Galerie Rob Koudijs doppia mostra di David Bielander con Make it big, make it red, make it shiny e di Ralph Bakker con Introduction.

Ralph Bakker

Si chiude il 14 ottobre Hidden Talents ala galleria Sofie Lachaert a Tielrode in Belgio che presenta quattro artisti tra i quali, per il gioiello, c’è l’italiana Lucia Massei.

David Bielander

A Kempten in Germania presso l’atelier dell’orafo Simone Winkler, dal 28 settembre al 9 ottobre, una mostra collettiva bella agguerrita che si chiama Sex, Drugs & Rock´n´Roll – Vices or Lifestyle? Vedremo come se la cavano gli artisti con questo tema a metà tra Divina Commedia e Ian Dury. Qui sotto i partecipanti.

Michael Berger

ALESSANDRO PETROLATI,
 ANGELO VERGA,
 ANNAMARIA IODICE, BARBARA von TAEUFFENBACH, 
CLAUDIA STEINER,
CLAUDIO RANFAGNI, 
CRISTINA DIAS,
 FABIANA GADANO,
 FRANCESCA GABRIELLI,
 HADAS LEVIN,
KAREN VANMOL,
 LUISA BRUNI, MARIA ROSA FRANZIN,
 MARTA HRYC,
 MICHAEL BERGER, MAURIZIO STAGNI, 
NORA ROCHEL, 
NICOLETTA FRIGERIO, 
RIKKE LUNNEMANN,
 SABINE AMTSBERG,
 SUSANNE ELSTNER,
 ZOE ROBERTSON

Read Full Post »

Annamaria Zanella al Fortuny

Comincio l’anno scolastico con la mostra Oltre lornamento di Annamaria Zanella. Si è inaugurata il 31 agosto e poiché si chiude il 19 novembre avrete tutto il tempo di passare a vederla. Il luogo è tra i più suggestivi a Venezia, le sale di Palazzo Fortuny, che fu casa e atelier di Mariano Fortuny, uomo di gusto e cultura spagnolo, ma che visse a Venezia gran parte della sua vita (e dove si spense nel 1949), pittore, scenografo e quant’altro, genio dei tessuti damascati e inventore del plissé soleil.

Proprio legandosi a questo contesto le opere di Annamaria Zanella più che mai giocano sull’utilizzo di tessuti d’acciao industriale con pieghettature, sfumature e riflessi. Alcuni dei gioielli esposti, allestiti insieme a oggetti collezionati da Mariano Fortuny stesso, sono stati realizzati appositamente per essere parte di questa atmosfera.

Fortuny Colors Plissé, 2012 in tessuto di acciaio e smalti

Read Full Post »

SEUL–GI KWON – 1° premio

Due anni di rodaggio per prendere la misura delle cose e trovare il suo spazio nel panorama del gioiello contemporaneo ed ecco che il Premio Cominelli – che si svolge sul lago di Garda vicino a Salò – si è trovato la scorsa la settimana a soffiare sulle candeline del suo terzo compleanno. Gli artisti sono prevalentemente internazionali (vedi sotto la lista); la giuria comprende, tra gli altri l’artista sudafricano Daniel Kruger e Ludwig Reinhold direttore della rivista tedesca Art Aurea; il progetto scuola prosegue questa volta con l’esposizione degli studenti  del Dipartimento di Oreficeria del College of Art di Edimburgo e anche la collezione permanente si amplia diventando sempre più consistente (secondo elenco in fondo alla pagina, così almeno lo avete come memo.

JASMIN MATZAKOW – 1° premio

Ma ora i premi attribuiti quest’anno a “giovani promesse”. Il primo premio sono due ex equo: Jasmin Matzakow e Seul-Gi Kwon. Una parolina per tutte e due: della prima potrete vedervi un bel po’ di opere alla Galerie Louise Smit di Amsterdam a febbraio; la seconda, almeno da tre anni è stata notata a Monaco (Talente e BKV), al Preziosa Young a Firenze e anche nella prima edizione del Cominelli, se non mi sbaglio.

BERNHARD STIMPFL-ABELE – 2° premio

Secondo premio a Bernhard Stimpfl-Abele “per le sue spille elettroformate nelle quali si evidenzia l’uso non convenzionale dell’argento puro, il polistirene e la buccia d’arancia”, come recita il testo delle motivazioni. Io lo avevo visto da Alternatives a Roma e poi a Collect con un lavoro veramente suggestivo in cui si cimentava con il pane e la patata.

EMMANUEL LACOSTE

ZOE ROBERTSON

 

Le tre menzioni speciali sono state attribuite, e qui cito le motivazioni così come mi sono arrivate dalla giuria,”a Emmanuel Lacoste per il lavoro fotografico altamente scenografico che può essere considerato un’indagine attorno al significato del gioiello, del suo valore simbolico e storico ed anche del riferimento alla caducità della vita. Alle spille a forma di bolla di Zoe Robertson per la loro divertente combinazione nell’uso di colori netti e superfici disegnate. A Chiara Scarpitti per il suo immaginario poetico e l’equilibrio tra valori formali ed elementi decorativi”.

CHIARA SCARPITTI

I partecipanti al Premio Cominelli 2012

ADAM GRINOVICH, ALEXANDER BLANK, ANA ALBUQUERQUE, BERNHARD STIMPFL-ABELE,  CHIARA SCARPITTI, DIANA DUDEK, DANIA CHELMINSKY, EMMANUEL LACOSTE, FARRAH AL DUJAILI, FLAVIA FENAROLI, GABI VEIT, HEIDEMARIE HERB, JASMIN MATZAKOW,  JIE SUN, JI CHANG CHAI,  JO POND  JUDY MAC CAIG, YOUNGHEE HONG, KATHARINA MOCH, LAURA BRADSHAW-HEAP, LYDIA HIRTE LISA BJIORKE, LUIGI MARIANI,  MARIA EUGENIALOPEZ, MARIANNE SCHLIWINSKI, MARTA HRYC, MAURIZIO STAGNI, MICHELLE SEBBAG,  MAJA HOUTMAN,  MARI ISHIKAWA  MOHSEN AMINI, PETER HOOGEBOOM, SANNA SVEDESTEDT, SILKE TREKEL, SEUL–GI KWON, SUNGHO CHO, STEPHEN BOTTOMLEY, SUSAN CROSS, TERESA DANTAS, RIA LINS RITSUKO OGURA, VIKTORIA MUNZKER, ZOE ROBERTSON  – DANIEL KRUGER

La collezione permanente

ADREAN BLOOMARD, AGNES LARSSON, ALBA POLENGHI LISCA, BARBARA PAGANIN, BARBARA UDERZO, BEATE EISMANN, BERNHARD STIMPFL-ABELE, CARLA RICCOBONI, CATARINA HALLZON, CAROLE DELTENRE, DANA HAKIM, DIANA DUDEK, DONNA BRENNAN, ELISABETTA DUPRÈ, EMANUELA DEYANOVA, EUGENIA INGEGNO, FABRIZIO TRIDENTI, FRANCINE SCHLOETH, FARRAH AL-DUJAILI, GIANCARLO MONTEBELLO, GIGI MARIANI, GIOVANNI SICURO, GISBERT STACH, HEEJIN HWANG, HADAS LEVIN, ISABELL SCHAUPP, JIMIN KIM, JUDY MCCAIG, KAORI JUZU, KATRIN SPRANGER, LIANA PATTIHIS, MARIA ROSA FRANZIN, MARCO MINELLI, MARGHERITA DE MARTINO NORANTE, MARTA HRYC, MAURIZIO STAGNI, MEIRI ISHIDA, MI-MI MOSCOW, NIKOLAI BALABIN, PATRIZIA BONATI, RITA MARCANGELO, ROSSELLA TORNQUIST, SANNA SVEDESTEDT, SILKE TREKEL, SUNGHO CHO, SAM THO DUONG, SIMONE GIESEN, TAMARA GRÜNER, ULI RAPP

Read Full Post »

A come Andromeda

Tranquilli, non siete voi ad aver perso gli episodi, ma sono io a non aver mandato in onda lo sceneggiato. Non trattandosi di Giocando a golf una mattina (trasmesso dalla Rai nel ’69!!) né tantomeno di A come Andromeda (ah, ricorderete forse in entrambi il mitico Luigi Vannucchi) la perdita non è poi così grave. Comunque rieccomi. Da giugno a oggi tante mostre si sono aperte – e anche chiuse – e forse avrete anche avuto il tempo di cominciare ad affrontare qualche edificante lettura estiva a tema gioiello tipo On Jewellery di Liesbeth den Besten (io l’ho fatto, poi vi dirò). A volo d’uccello mi premuro di darvi qualche segnalazione postdatata e qualcuna che è ancora d’attualità ed è meglio che mi sbrighi a scrivere altrimenti anche queste vanno a farsi friggere.

Giocando a golf una mattina

A Londra a giugno e luglio spero non vi siate persi la mega mostra Gold: power & allure sui 4.500 anni dell’oro in Gran Bretagna. Una cosa megagalattica (tipo cerimonia di apertura+chiusura dei giochi olimpici) alla Goldsmiths’ Hall!

The Golden Fleece, Giovanni Corvaja alla Goldsmiths’ Hall

Negli Stati Uniti vivace passaggio estivo per Helen Britton alla Sienna Gallery a Lenox, Massachusetts con la mostra dal titolo dekorationswut:cornucopia.

Helen Britton

Così come David Bielander che ha appena concluso la sua mostra “rare species” di mostri tentacolari & Co. alla galleria Ornamentum a Hudson, NY.

David Bielander- foto Simon Bielander

 Tokyo ha visto arrivare una personale di Bettina Speckner alla Gallery Deux Poissons.

Bettina Speckner

Avete invece appena il tempo di correre ad Hanau per Different Stories Formal Affinities un binomio top con Annamaria Zanella e Michael Becker. Storie differenze tutte da scoprire.

Michael Becker

A Stoccolma, galleria Platina fino al 22 settembre Ashes and Diamonds, 18 artisti finlandesi: Janna Syvänoja, Eero Lintusaari, Helena Lehtinen, Eija Mustonen, Veera Metso, Tarja Tuupanen, Elo Uibokand, 
Mia Maljojoki, Ulla Ahola, Maria Nuutinen, Elli Hukka,  Tiina Rajakallio, Anna Rikkinen, Kati Nulpponen, Ari Pyörälä, 
Clarice Finell, Terhi Tolvanen, Kaisa Logren.

Terhi Tolvanen

 Ad Amsterdam al Lloyd Hotel & Cultural Embassy (Oostelijke Handelskade 34), dal 7 al 9 settembre Monika Brugger – Au Boit des Doigts.

Christoph Zellweger – Exessories

Sempre ad Amsterdam a grande richiesta è stata prolungata fino al 14 settembre la mostra di Christoph Zellweger, Exessories- let’s talk about fat alla Galerie Louise Smit.

Read Full Post »